NoteFotografiche: Blog http://notefotografiche.zenfolio.com/blog en-us NoteFotografiche sabrina.tirino@gmail.com (NoteFotografiche) Fri, 01 Apr 2016 10:01:00 GMT Fri, 01 Apr 2016 10:01:00 GMT http://notefotografiche.zenfolio.com/img/s7/v156/u778386622-o70680428-50.jpg NoteFotografiche: Blog http://notefotografiche.zenfolio.com/blog 120 80 AUDITORIUM MANZONI: Il cuore della musica a Bologna http://notefotografiche.zenfolio.com/blog/2014/11/auditorium-manzoni-il-cuore-della-musica-a-bologna-notefotografiche Music - NoteFotografiche

Forse perchè è stato il primo posto di lavoro ottenuto a Bologna, forse perchè tutto lo staff ha sempre creduto in me, forse perchè in questo spazio ho assistito ai più bei concerti e spettacoli della mia vita.. Ma, secondo me, il Teatro Auditorium Manzoni è uno dei teatri più belli nel panorama bolognese.. Non solo esteticamente, ma anche ideologicamente: Tantissime proposte diverse, ricche e uno staff che in quel luogo crede davvero.

É in questo Teatro dove ho cominciato a scattare le prime fotografie, dove ho imparato tutte quelle impostazioni e quei meccanismi che mi facevano sembrare la mia reflex un testo arabo, dove ho incontrato tanti fotografi che mi hanno saputo consigliare e dove ho fotografato per la prima volta con Dario.

Il Teatro Auditorium Manzoni, nato nel 1933 come cinema, diventa Auditorium e sala da concerti nel 2003. Organizza ogni anno una stagione di musica classica, jazz, etnica, moderna e danza. Al suo interno, vengono ospitate le stagioni di Bologna Festival, Musica Insieme e Sinfonica del Teatro Comunale. L'Auditorium è anche sede di congressi ed eventi, oltre che di attività collaterali come aperitivi in musica, workshop e mostre di arte visiva.

Proprio per questo sono felice di confermare per la Stagione 2015/2016 Manzoni Factory il mio impegno fotografico per loro, in anteprima potrete guardare le foto di tutti i concerti!

Intanto godetevi questa carrellata delle foto più belle che ho scattato proprio qui!

 

 

 

]]>
sabrina.tirino@gmail.com (NoteFotografiche) Bologna Filarmonica Foto Fotografando Fotografia Love Mannoia Musica Negrita NoteFotografiche Qualità Teatro Teatro Auditorium Manzoni Valore Vanoni http://notefotografiche.zenfolio.com/blog/2014/11/auditorium-manzoni-il-cuore-della-musica-a-bologna-notefotografiche Mon, 24 Nov 2014 15:35:00 GMT
VIAGGI: Nella borsa del fotografo viaggiatore! http://notefotografiche.zenfolio.com/blog/2014/11/viaggi-nella-borsa-del-fotografo-viaggiatore-notefotografiche Vi è mai capitato di incontrare sulla vostra strada un fotografo? Come si presenta?! Mega zaino imbottito alle spalle, reflex al collo e super cavalletto sotto braccio! Ma vi siete mai chiesti di cosa non può fare a meno un fotografo? Ecco cosa si nasconde all’interno dello zaino di un professionista!

La borsa di Mary Poppins ci fa un baffo a noi fotografi! Si, esatto proprio così.. All’interno di quello zaino super imbottito si nasconde un mondo che, spesso e volentieri, corrisponde a infiniti sacrifici, perché come saprete bene la tecnologia fotografica non è tra le più economiche!

Partendo dal presupposto che lo zaino viene preparato a seconda dell’uscita fotografica, ci sono alcune cose di cui un fotografo non può fare a meno… Partiamo dalla macchina fotografica, o per meglio dire dalle macchine fotografiche! Solitamente sono due, così da poter montare due obiettivi diversi e poter alternare lo scatto a seconda del bisogno. Con esse non possono mancare batterie di scorta (almeno due), caricabatterie e memory card (all’infinito!).

NoteFotografiche

Il corpo macchina non basta… Ci sono anche gli obiettivi, e quanti! Immancabile il fantastico 50 mm 1.8, che con la sua super luminosità fa sempre comodo e fra tutti gli obiettivi ha anche un prezzo agevole; una via di mezzo che potrebbe essere utile è il 24/70 2.8, ottimo per primi piani ma anche per paesaggi; fondamentale il 70/200 2.8 che, con l’aggiunta del moltiplicatore (se state fotografando in posti molti luminosi), può essere una buona base se i vostri soggetti non sono ravvicinati. Per fare cose più sfiziose, nella borsa mia e di Dario, spesso è presente il 14/24 2.8 grandangolo spettacolare e il 300 2.8, quando andiamo a caccia di animali e per il calcio.Per rovinare una foto basta un minuscolo granello di polvere appoggiato sul sensore, quindi per non rischiare la catastrofe, portare con sé un kit di pulizia, che comprende spray, pompetta, panno in microfibra e carta di riso, può essere utile.

Con gli obiettivi luminosi che abbiamo il flash, con il pacchetto scorta di pile, spesso è solo di intralcio… Ma potrebbe essere interessante unito con uno stativo e una macchina fotografica avanzata, che può gestire il flash a distanza, creando insoliti giochi di luce!

A seconda del luogo in cui andremo a fotografare, non può mancare la copertura anti pioggia e un case di gomma per attenuare il suono dell’otturatore (l’inconfondibile click!)… Soprattutto se spesso ti trovi a fotografare a un concerto di musica classica in un Teatro silenziosissimo!!

Se il viaggio fotografico è molto lungo occorre portarsi dietro computer portatile per scaricare le foto, ma soprattutto il fondamentale hard disk per un backup giornaliero delle foto scattate, non si può mai prevedere cosa potrebbe accadere.

Infine… Monopiede, trepiede, go-pro e un laccio per legare i capelli lunghi… Persone come Dario non possono capire!

 

 

]]>
sabrina.tirino@gmail.com (NoteFotografiche) Bologna Flash Foto Fotografando Fotografia Giovani Love Nikon NoteFotografiche Viaggi Zaino obiettivi http://notefotografiche.zenfolio.com/blog/2014/11/viaggi-nella-borsa-del-fotografo-viaggiatore-notefotografiche Mon, 10 Nov 2014 20:01:00 GMT
ORCHESTRA SENZASPINE: La Musica non punge! http://notefotografiche.zenfolio.com/blog/2014/11/orchestra-senzaspine-la-musica-non-punge-notefotografiche Tra le varie collaborazioni che facciamo, siamo felici di dedicare il nostro terzo post a coloro a cui vogliamo più bene: L'Orchestra Senzaspine!

Senzaspine: La Bellezza che si può cogliere

Un'associazione giovanile che punta a promuovere eventi di carattere artistico ridando valore all’immenso patrimonio culturale presente sul territorio, troppo spesso ignorato e dimenticato. L'iniziativa, completamente autofinanziata, nasce dal bisogno di riavvicinare tutti gli individui alla 

Orchestra Senzaspine - NoteFotografiche

Bellezza dell'Arte, bellezza che troppo spesso fa paura, perché etichettata come inaccessibile, vecchia e noiosa, quando invece, in seguito ad una profonda esperienza estetica di forte commozione interiore, l'Arte si rivela vicina, nuova e necessaria.

In un momento di crisi come l'attuale, crisi non solo economica ma anche culturale, noi giovani ci sentiamo in dovere di unirci sotto un unico obiettivo comune per cercare di ricostruire e riappropriarci del nostro futuro. In quanto musicisti vogliamo riaccendere l'attenzione pubblica verso la cultura musicale cancellando i falsi pregiudizi e i luoghi comuni che la sviliscono.

Solo concentrando così le energie di tanti giovani che all’arte dedicano la loro vita si potrà finalmente riaccendere nella comunità quella sete di Cultura che nasce dal primo desiderio di ogni individuo: (ri)conoscere se stesso.

Quest'anno l'Orchestra Senzaspine ha puntato in alto creando una Stagione sinfonicaIl progetto nasce dalla sinergia con il Teatro Duse ed offre un’idea nuova e giovane di cultura: in programma quattro emozionanti spettacoli in cui verranno coinvolti solisti, cantanti, ballerini, attori… Quindi, oltre ad invitarvi ai concerti, rimanete collegati con noi per seguire prove, backstage e concerti attraverso i nostri scatti!

 

Clicca qui per le ultime foto!

]]>
sabrina.tirino@gmail.com (NoteFotografiche) Associazioni Bologna Foto Fotografia Giovani LaMusicaNonPunge Love Musica MusicaClassica NoteFotografiche Orchestra OrchestraSenzaspine Passioni http://notefotografiche.zenfolio.com/blog/2014/11/orchestra-senzaspine-la-musica-non-punge-notefotografiche Sun, 02 Nov 2014 23:03:00 GMT
ALASKA: Nella terra degli orsi http://notefotografiche.zenfolio.com/blog/2014/10/alaska-nella-terra-degli-orsi-notefotografiche In questo blog vorrei non dovermi fermare a parlare di consigli fotografici o dare dritte su "come fotografare", anche perché non sono una professionista e ho ancora molto da imparare… Per la mia formazione è stato comunque molto interessante leggere e conoscere tante esperienze fotografiche diverse dalle mie, che non solo mi hanno fatta crescere, ma hanno stimolato in me tanta curiosità. 

Vorrei quindi condividere con voi alcuni di questi racconti attraverso delle interviste che ho fatto.

Non potevo che cominciare da Dario Bosi, ormai il migliore compagno di avventure fotografiche, che ha riposto a qualche domanda sul suo Viaggio più "raccontato"... l'Alaska!

Perché l'Alaska? Bald Eagle - spiaggia Homer

La mia passione più grande è la fotografia naturalistica, e l'Alaska è sempre stato uno dei miei sogni nel cassetto. Un luogo difficile da raggiungere, dove l'uomo, malgrado il suo impegno, non è ancora riuscito a contaminare del tutto il bellissimo territorio. Oltre ad esserci paesaggi fantastici, nelle "Terre Estreme" è possibile avvicinarsi e fotografare in libertà specie diverse di animali selvatici come orsi, lupi, caribù, alci, ecc.

Come e quando andare?

Per arrivare in Alaska, sono circa 30 ore di viaggio con un minimo di tre scali, dall'Italia, devi attraversare mezzo mondo. Per quanto riguarda invece il quando andare, è importante sapere che la stagione turistica è molto breve e generalmente non supera il periodo giugno/settembre, che comunque corrisponde alle nostre temperature primaverili.

Quanto occorre stare per scoprire e fotografare l’Alaska?

In realtà non basterebbe una vita! Ma, per chi ha le ore contate e deve tornare a lavoro, considerato il costo degli spostamenti e della vita (molto più alta rispetto agli standard americani), potrebbero essere necessarie tre settimane.

Considerando l’ampiezza di questo stato e le poche infrastrutture, come hai organizzato il tuo viaggio?

Mamma orsa con cuccioli - Katmai NP

Tappa fondamentale Anchorage, dove sono presenti l’Aeroporto Internazionale di riferimento ed i principali negozi di out door/trekking del paese; quindi lungo la AK1 ho attraversato la Kenai Peninsula fino ad Homer, città portuale e meta per i bird watchers, visto la facilità con cui è possibile fotografare le aquile nel loro ambiente naturale. Qualche giorno dopo mi sono spostato nuovamente a Nord e quindi ad Est, dove addentrandosi nel Wrangell NP si arriva al pittoresco paesino di Kennicott, famoso per la vecchia miniera abbandonata e l’accesso ad uno sterminato ghiacciaio. Successivamente ho raggiunto il Denali NP dove mi sono fermato diversi giorni alla ricerca di animali. Infine la tanto attesa ultima tappa al Katmai NP dove ho fotografato, dormito e avuto incontri diretti con gli orsi!

Cosa vuol dire incontri diretti con gli orsi!?

In questo parco, raggiungibile solo in idrovolante, è l’uomo ad essere ospite nella terra degli orsi. Nel periodo del “salmon rush” nella zona del Brooks Falls si arrivano a contare più di 50 orsi in pochi km quadrati. La possibilità è quella di alloggiare in un piccolo campeggio recintato da un filo elettrico, dove basta fare pochi passi fuori dal recinto per imbattersi in un orso che dorme sulla spiaggia, in due orsi che si rincorrono o molto più pericoloso la mamma orsa con i cuccioli. Più volte nel mio viaggio mi è successo di scontrarmi faccia a faccia con loro.

Quali sono i costi medi per un viaggio del genere?

Il viaggio, come dicevo prima, è molto costoso. Per tre settimane, adattandosi molto negli alloggi (a parità di prezzo gli hotel sono di un livello molto più basso rispetto agli Stati Uniti), il prezzo medio a persona è di 7/8000 euro, considerando che il solo trasferimento in idrovolante costa circa 1000 euro.

Ti piacerebbe trasferirti stabilmente lì?

Assolutamente no! Bello da visitare, incredibile da fotografare... Impossibile da vivere!

Altre immagini: http://notefotografiche.zenfolio.com/p677829909

]]>
sabrina.tirino@gmail.com (NoteFotografiche) Alaska Foto Fotografando Fotografia Katmai Kenai NoteFotografiche Orsi Tour Viaggi Wrangell http://notefotografiche.zenfolio.com/blog/2014/10/alaska-nella-terra-degli-orsi-notefotografiche Mon, 27 Oct 2014 09:46:00 GMT
FOTOGRAFANDO: Il valore delle nostre fotografie http://notefotografiche.zenfolio.com/blog/2014/10/fotografando/Notefotografiche Qualche sera fa a casa mia è successa una cosa bellissima:

Una zia, presa dalla nostalgia, ha aperto l'armadio della nonna ed ha tirato fuori una vecchia scatola piena di fotografie che ritraevano almeno quattro generazioni diverse; con la famiglia riunita intorno ad un tavolo è stato bellissimo rivivere tanti ricordi, persone, momenti, feste, matrimoni del passato. 

Bello ed emozionante!

Adesso proviamo a immaginare una famiglia di oggi che, fra quattro generazioni, prenderà fuori dall'armadio un vecchio I-Pad in disuso da anni e via con i ricordi... Possibile? No! 

Matrimonio Elisa e Daniele - NoteFotografiche

Ormai la fotografia nella nostra era ha perso tutto il suo valore e la sua qualità, tutti sono "fotografi" con cellulari di ultima generazione, con tablet enormi, con piccole reflex facilmente acquistabili nei grandi centri commerciali a prezzi decisamente accessibili a tutti; ma tutto questo a cosa porta?  La qualità generale della fotografia è crollata, ma soprattutto, quanti di voi stampano ancora le foto? I vecchi rullini che con curiosità ed entusiasmo venivano portati dal fotografo a sviluppare e quindi riposti con cura e precisione nei portafotografie non esistono più, ormai per rivivere quei momenti basta scaricare dei file su un pc e velocemente guardarli da uno schermo... File spesso di qualità bassissima che si confondono tra di loro vista la quantità di scatti che viene realizzata!

La "fotografia sdoganata" ha infatti eliminato il limite dei 24/36 scatti che permetteva la pellicola ed oggi siamo portati a scattare continuamente, senza alcuno stop, anche foto e scene completamente inutili; invece di vivere la realtà siamo ormai costretti dalla moda, dalla voglia di apparire e di uniformarsi a bloccarla in un file senza un nessun significato.

Infine, vi siete mai chiesti cosa succederebbe se fosse proprio la tecnologia a tradirci? L'oggetto high-tech pagato centinaia di euro che cade, si rompe o più semplicemente viene rubato? Tutti il nostro passato virtuale potrebbe distruggersi o perdersi in istanti, ricordi dei vostri figli, delle feste, dei sorrisi e dei luoghi visitati... Tutto!

E quindi? Come risolviamo tutto ciò?

Ci sono alcuni semplici passaggi che potrebbero salvarvi in futuro... Un futuro vivo di ricordi!

Prima di tutto abituatevi a fare almeno un backup al mese dei vostri file scattati, scartate e cancellate il materiale inutile; ma soprattutto salvate le vostre foto, non solo sul pc, ma anche su hard disk esterno da riservare alla sola archiviazione di tale materiale.

Ultima cosa... Tra le foto scelte, selezionate le più belle, mettetele in una piccola chiavetta e fatele stampare... Allora si che sarete felici di riguardare il vostro passato, un giorno in compagnia dei vostri figli e dei vostri nipoti!

... Buone foto!

Sabrina

NoteFotografiche

 

 

]]>
sabrina.tirino@gmail.com (NoteFotografiche) Backup Foto Fotografando Fotografia NoteFotografiche Qualità Valore http://notefotografiche.zenfolio.com/blog/2014/10/fotografando/Notefotografiche Mon, 20 Oct 2014 14:08:00 GMT